TORNA A CHI SONO
CONTATTI  Tel. +39 347 725 52 11
Torinese, laureata in Pedagogia, docente di area linguistico-espressiva , si è formata artisticamente negli ateliers di artisti torinesi, in particolare ha seguito la lezione di Luigi Nervo. Negli anni, si è avvicinata principalmente a due filoni di sperimentazione, incentrati sui materiali (pietra, oro, legno, metalli, fibre) e sull’analisi introspettiva dell’uomo sotto il profilo antropologico. Si è dedicata a progetti didattici, collaborando con la GAM e con la Galleria Sabauda.La costante attenzione ai più insoliti settori sperimentali dell’arte visiva la conducono ad avvicinarsi al "libro d’artista", un interesse da cui scaturiscono le pubblicazioni Anima & Ombra con Fiorella Ceccato (ed. Ananke) e Incontroluce  con Mari Visconti (Lorenzo Editore). Nel 1999 incontra il linguaggio dell’arte tessile e viene selezionata alle ultime tre edizioni chieresi della Biennale internazionale di Fiber Art Trame d’Autore. La personale Tessuti urbani a Chieri nel 2003 è il frutto di una ricerca volta a scoprire l’intreccio tra la tela e l’uomo, tra la storia e l’habitat contemporaneo. Nei due anni successivi, come artist tutor, collaborando con il Laboratorio di Lettura di Chieri e con il Laboratorio Territoriale d’Arte Tablò di Moncalieri, conduce progetti didattici che intrecciano narrazione e sperimentazione tessile coinvolgendo gli studenti delle scuole primarie, in percorsi dove, dalla trama dei fili nasce la trama di un racconto. Nel 2005 insieme allo scultore Luigi Nervo progetta e conduce il percorso Rugiada di sole, pubblicato a cura della Regione Piemonte in un libro dallo stesso titolo. Con la mostra Cutters: arteEstratta in movimento nel 2006 a Moncalieri, aderisce e firma con altri sei artisti il primo Manifesto del gruppo Estrattista. Nel 2008, la sua opera Start è selezionata per la rassegna Spirito Olimpico Italiano a cura del CONI, svoltasi  a Pechino, Casa Italia, durante le Olimpiadi. Nel 2009 partecipa alla Biennale Internazionale Arte Plurale presso la Promotrice delle Belle Arti di Torino. Sperimentazioni e collaborazioni influiscono sul suo modo di dipingere;  l’artista che ama i particolari incontri di materiali e colori, si  dedica alla ricerca di elementi del tutto differenti: la stesura del colore richiama ora la trama di un tessuto. Questa ricerca si rivela nella mostra Città invisibili del 2010, che nasce dal celebre testo di Calvino, ma che si allarga verso altri luoghi dell’abitare, luoghi lontani, sognati o immaginati. E’ del 2013 la mostra Cieli inDifferenti: 365 piccole tele, 365 piccoli attimi a formare un anno di cieli sempre diversi e soprattutto indifferenti  rispetto alla vita dell’uomo che scorre sotto di loro.    E proprio la città e il cielo, sempre strettamente legati all’uomo, sono la base per una nuova ricerca introspettiva. Le due direttrici si fondono, perché i luoghi sono un modo, per esprimere il vivere dell’uomo. Questo filone giocato tra realtà e immaginazione è quello che guida i lavori e le esposizioni degli ultimi anni. Luisella Rolle vive a Torino e ha studio a Pino Torinese.
TORNA A CHI SONO
Torinese, laureata in Pedagogia, docente di area linguistico-espressiva , si è formata artisticamente negli ateliers di artisti torinesi, in particolare ha seguito la lezione di Luigi Nervo. Negli anni, si è avvicinata principalmente a due filoni di sperimentazione, incentrati sui materiali (pietra, oro, legno, metalli, fibre) e sull’analisi introspettiva dell’uomo sotto il profilo antropologico. Si è dedicata a progetti didattici, collaborando con la GAM e con la Galleria Sabauda.La costante attenzione ai più insoliti settori sperimentali dell’arte visiva la conducono ad avvicinarsi al "libro d’artista", un interesse da cui scaturiscono le pubblicazioni Anima & Ombra con Fiorella Ceccato (ed. Ananke) e Incontroluce  con Mari Visconti (Lorenzo Editore). Nel 1999 incontra il linguaggio dell’arte tessile e viene selezionata alle ultime tre edizioni chieresi della Biennale internazionale di Fiber Art Trame d’Autore. La personale Tessuti urbani a Chieri nel 2003 è il frutto di una ricerca volta a scoprire l’intreccio tra la tela e l’uomo, tra la storia e l’habitat contemporaneo. Nei due anni successivi, come artist tutor, collaborando con il Laboratorio di Lettura di Chieri e con il Laboratorio Territoriale d’Arte Tablò di Moncalieri, conduce progetti didattici che intrecciano narrazione e sperimentazione tessile coinvolgendo gli studenti delle scuole primarie, in percorsi dove, dalla trama dei fili nasce la trama di un racconto. Nel 2005 insieme allo scultore Luigi Nervo progetta e conduce il percorso Rugiada di sole, pubblicato a cura della Regione Piemonte in un libro dallo stesso titolo. Con la mostra Cutters: arteEstratta in movimento nel 2006 a Moncalieri, aderisce e firma con altri sei artisti il primo Manifesto del gruppo Estrattista. Nel 2008, la sua opera Start è selezionata per la rassegna Spirito Olimpico Italiano a cura del CONI, svoltasi  a Pechino, Casa Italia, durante le Olimpiadi. Nel 2009 partecipa alla Biennale Internazionale Arte Plurale presso la Promotrice delle Belle Arti di Torino. Sperimentazioni e collaborazioni influiscono sul suo modo di dipingere;  l’artista che ama i particolari incontri di materiali e colori, si  dedica alla ricerca di elementi del tutto differenti: la stesura del colore richiama ora la trama di un tessuto. Questa ricerca si rivela nella mostra Città invisibili del 2010, che nasce dal celebre testo di Calvino, ma che si allarga verso altri luoghi dell’abitare, luoghi lontani, sognati o immaginati. E’ del 2013 la mostra Cieli inDifferenti: 365 piccole tele, 365 piccoli attimi a formare un anno di cieli sempre diversi e soprattutto indifferenti  rispetto alla vita dell’uomo che scorre sotto di loro.    E proprio la città e il cielo, sempre strettamente legati all’uomo, sono la base per una nuova ricerca introspettiva. Le due direttrici si fondono, perché i luoghi sono un modo, per esprimere il vivere dell’uomo. Questo filone giocato tra realtà e immaginazione è quello che guida  i  lavori e le esposizioni degli ultimi anni Luisella Rolle vive a Torino e ha studio a Pino Torinese.
CONTATTI  Tel. +39 347 725 52 11
Home Contatti Libri e Didattica Fiber Art Antologica Pittura Chi Sono Acquerelli
TORNA A CHI SONO
Torinese, laureata in Pedagogia, docente di area linguistico- espressiva , si è formata artisticamente negli ateliers di artisti torinesi, in particolare ha seguito la lezione di Luigi Nervo. Negli anni, si è avvicinata principalmente a due filoni di sperimentazione, incentrati sui materiali (pietra, oro, legno, metalli, fibre) e sull’analisi introspettiva dell’uomo sotto il profilo antropologico. Si è dedicata a progetti didattici, collaborando con la GAM e con la Galleria Sabauda.La costante attenzione ai più insoliti settori sperimentali dell’arte visiva la conducono ad avvicinarsi al "libro d’artista", un interesse da cui scaturiscono le pubblicazioni Anima & Ombra con Fiorella Ceccato (ed. Ananke) e Incontroluce  con Mari Visconti (Lorenzo Editore). Nel 1999 incontra il linguaggio dell’arte tessile e viene selezionata alle ultime tre edizioni chieresi della Biennale internazionale di Fiber Art Trame d’Autore. La personale Tessuti urbani a Chieri nel 2003 è il frutto di una ricerca volta a scoprire l’intreccio tra la tela e l’uomo, tra la storia e l’habitat contemporaneo. Nei due anni successivi, come artist tutor, collaborando con il Laboratorio di Lettura di Chieri e con il Laboratorio Territoriale d’Arte Tablò di Moncalieri, conduce progetti didattici che intrecciano narrazione e sperimentazione tessile coinvolgendo gli studenti delle scuole primarie, in percorsi dove, dalla trama dei fili nasce la trama di un racconto. Nel 2005 insieme allo scultore Luigi Nervo progetta e conduce il percorso Rugiada di sole, pubblicato a cura della Regione Piemonte in un libro dallo stesso titolo. Con la mostra Cutters: arteEstratta in movimento nel 2006 a Moncalieri, aderisce e firma con altri sei artisti il primo Manifesto del gruppo Estrattista. Nel 2008, la sua opera Start è selezionata per la rassegna Spirito Olimpico Italiano a cura del CONI, svoltasi  a Pechino, Casa Italia, durante le Olimpiadi. Nel 2009 partecipa alla Biennale Internazionale Arte Plurale presso la Promotrice delle Belle Arti di Torino. Sperimentazioni e collaborazioni influiscono sul suo modo di dipingere;  l’artista che ama i particolari incontri di materiali e colori, si  dedica alla ricerca di elementi del tutto differenti: la stesura del colore richiama ora la trama di un tessuto. Questa ricerca si rivela nella mostra Città invisibili  del 2010, che nasce dal celebre testo di Calvino, ma che si allarga verso altri luoghi dell’abitare, luoghi lontani, sognati o immaginati. E’ del 2013 la mostra Cieli inDifferenti: 365 piccole tele, 365 piccoli attimi a formare un anno di cieli sempre diversi e soprattutto indifferenti  rispetto alla vita dell’uomo che scorre sotto di loro.    E proprio la città e il cielo, sempre strettamente legati all’uomo, sono la base per una nuova ricerca introspettiva. Le due direttrici si fondono, perché i luoghi sono un modo, per esprimere il vivere dell’uomo. Questo filone giocato tra realtà e immaginazione è quello che guida  i  lavori e le esposizioni degli ultimi anni Luisella Rolle vive a Torino e ha studio a Pino Torinese.
CONTATTI  Tel. +39 347 725 52 11
Google+